PER PRENOTAZIONI 0185381487 e 3703066059
  • Pizzeria forno a legna Chiavari

    Pizzeria forno a legna Chiavari

    Pizze, sfizi e capricci

    La pizzeria forno a legna a Chiavari, ‘Voglia di Pizza’, offre menù variegati e ricchi di piatti cucinati con ingredienti tipici e sempre scelti.

    Ingredienti stagionali che fanno la differenza rendendo ogni piatto unico e sano. Presso la pizzeria, i clienti possono mangiare di tutto, dalla pizza tradizionale cotta nel forno a legna a quella integrale, senza glutine e senza lievito.

    Oltre alle pizze, è possibile apprezzare focacce e farinate condite nei modi più creativi. E chi ama un prodotto regionale tipico, come la farinata, può gustarne la bontà provando la versione autoctona preparata nella pizzeria di Chiavari.

    Gli ingredienti sono prodotti di qualità, stagionali, freschi e a filiera corta. Questa scelta da parte dei gestori del locale significa voler garantire la salute e la bontà di un piatto. Mangiare sano vuol dire scegliere cibi e alimenti preparati con cura con ingredienti di qualità e da mani abili ed esperte. 

  • Menù sfiziosi

    I piatti del menù di sfizi sono a base di cibi preparati con l’ingegno creativo e con l’abilità di veri maestri della cucina. In aiuto della bontà e del gusto arrivano i tanti condimenti con i quali è possibile rendere una pietanza davvero prelibata.

    Di seguito, il menù sfizi e capricci di Voglia di Pizza!

    • Anelli di cipolla / arancini di riso / crocchette di patate
    • Mozzarelline / olive all’ascolana / patatine fritte
    • Farinata
    • Farinata ai ‘friarielli’ & salsiccia
    • Farinata alle cipolle
    • Farinata al gorgonzola
    • “Elena”: pasta di pizza ripiena di ricotta, zucchero, pere e Nutella
    • “Fiona”: pizza alla ricotta dolce, spruzzata di Nutella e crema di pistacchi
    • “Nutellosa”: pasta di pizza ripiena di Nutella e spolverata con zucchero a velo 
  • Insalatone servite nel cestino di pane

    Insalatone servite nel cestino di pane

    Non potevano mancare le ‘insalatone’ da un menù ricco e completo come quello offerto dalla pizzeria ‘Voglia di Pizza’.

    Sono tante le insalate che si possono richiedere e hanno i nomi più particolari che ben si addicono agli ingredienti con le quali sono preparate.

    • “Leggera”: insalata mista, pomodorini ciliegina, tonno, mais, mozzarella
    • “Golosa”: insalata mista, mais, noci, mozzarella, pomodorini ciliegina, uovo
    • “Mare & Monti”: insalata mista, carciofini, pomodorini ciliegina, prosciutto cotto, mozzarella, olive nere, tonno
    • “Oceano”: insalata mista, tonno, mais, gamberetti, pomodorini ciliegina
    • “Contadina”: insalata mista, verdure grigliate, pomodorini ciliegina, funghi, carciofi, cipolla, olive, noci
    • Focaccine farcite
    • “Luigi”: prosciutto cotto, Edamer
    • “Orazio”: tonno, mayo, insalata
    • “Orlando”: insalata, mais, gamberetti, pomodorini
    • “Pancrazio”: ricotta, salame ‘Milano’
    • “Stea”: prosciutto crudo, mozzarella di Bufala, origano
  • Le farinate

    Le origini della farinata sono molto antiche, ovvero risalgono al 1100 d.C. Sin da subito molto apprezzata, questo piatto tipico si è diffuso e fatto conoscere in tutte le altre regioni italiane, e altrove, per la sua bontà. Oggi questo cibo, che possiamo considerare uno “street food”, è divenuto uno dei simboli della tradizione culinaria ligure, in particolar modo della città di Genova.

    La farinata di ceci è una torta salata, bassa, preparata con acqua e farina di ceci, e poi cotta nel forno a legna. A fine cottura la farinata si deve presentare con una crosticina dorata.

    La farinata di ceci è una ricetta ‘povera’, ovvero preparata con ingredienti molto semplici e comuni in tutta Italia. Proprio per questa sua particolarità, la farinata non è tipica solo della Liguria, ma si può gustare in tante versioni che hanno un nome diverso a seconda della regione da cui provengono.

    I nomi della farinata sono tanti e diversi: socca piemontese, torta livornese, cecina pisana, fainè sassarese, tanto per citarne alcuni.
    Insomma ogni regione ha il suo nome, anche se il sapore di questo ‘street food’ italiano è sempre uno e ottimo. 

  • Come si prepara la farinata?

    La farinata si prepara con gli stessi metodi che si utilizzavano un tempo, e che sono poi quelli che si tramandano di generazione in generazione. Questa accortezza vuol garantire la preparazione di un piatto esclusivo, e per il quale si utilizzano solo ingredienti di prima qualità. L’impasto della farinata viene cotto nel forno a legna, sempre secondo il metodo tradizionale.

    Sono disponibili tante varianti della farinata, per accontentare tutte le richieste di questo tipico piatto ligure. La farinata è disponibile nella versione classica, bianca o con altri ingredienti.

    Le versioni della farinata

    La tradizionale farinata di ceci può essere anche arricchita con le verdure di stagione. Queste possono essere tritate per rendere ancora più squisita la farinata.
    La farinata di ceci con verdure è un ottimo piatto sano e leggero. Per rendere l’impasto della farinata ancora più light, potete utilizzare quantità inferiori di olio.
    Una seconda alternativa è la ricetta della farinata di ceci con curcuma e spinaci. Questa può essere impreziosita con l’aggiunta di spinaci e un po’ di curcuma oppure di zafferano.
    Un’altra variante è quella alle zucchine, una variante semplice da preparare, ma un piatto che come aperitivo o come secondo promette grandi soddisfazioni.
    La farinata di ceci alle erbe aromatiche è l’altra versione di torta salata che si può preparare con basilico, maggiorana, menta, prezzemolo, rosmarino, origano e timo.

    La farinata di ceci e patate è un’altra variante per preparare una gustosa farinata di ceci ‘arricchita’. Anche per questa ricetta non servono molti ingredienti se non delle semplici patate che vanno aggiunte all’impasto, e che bisogna lessare prima, ed erbe aromatiche a volontà.